Pagine

lunedì 21 gennaio 2013

ElettroMagnetic Shield (EMS)

ElettroMagnetic Shield (EMS)

Come ben sappiamo i microchip che ci hanno impiantato funzionano attraverso onde radio (RF), quindi per fare in modo che loro non possano agire sui microchip è necessario bloccare il segnale radio che loro ricevono ed emettono, attraverso un dispositivo che provoca interferenze radio, questi dispositivi si chiamano “RF jammer”. In commercio esistono diversi jammer che si distinguono in base alla banda di frequenze sulle quali vanno ad agire (es. jammer che bloccano la banda GSM 1800-1900 Mhz), quindi quello di cui abbiamo bisogno è un jammer che interferisca sulla banda di frequenze dei microchip. Purtroppo tale banda non ci è ancora nota in modo preciso e determinato, io personalmente ho condotto delle ricerche per cercare di individuare tale banda e in base a studi che ho condotto su dati rilevati in 2 anni ho potuto determinare delle bande di frequenze “sospette”, come potete vedere dal grafico sotto riportato (fig. 1).

Fig. 1 - trattasi di rappresentazione grafica dei rumori e dei segnali di una registrazione audio (spettro): si evidenziano 3 tipi di segnali (linee continue), L1 (1860-1890Hz) segnale radio di maggiore intensità e che compare in tutte le mie rilevazioni, L2 (2390-2400Hz) segnale radio di seconda intensità e ripetitività, T0 (0-40Hz) attività elettromagnetica di notevole intensità (dai colori rosso e bianco).

Da queste rilevazioni sono giunto alla conclusione che si possano trattare di segnali a bassa frequenza, questa tesi è supportata anche dal fatto che le bassissime frequenze agiscono sul campo elettromagnetico umano, vedi tabella 1 sotto riportata.

Frequenza Effetti collaterali
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
►3Hz effetti sul sistema visivo e possibili effetti sul sistema nervoso
►3Hz provocano variazioni nell'eccitabilità del sistema nervoso centrale
►5Hz diminuzione di respirazione, siccità nella bocca, dolori di stomaco e aumento del rilassamento
►8Hz inibizione dei neurotrasmettitori
►10Hz agitazione, disagio, inquietudine, ansia
►10Hz depressione, schizofrenia, acufeni (acufeni = TINNITUS), apprendimento
►10-20Hz influenza del sistema nervoso umano
►40-50Hz cariche elettriche in tutto il corpo, lingua metallica, vertigini, sollecitazione del sistema nervoso
►50-60Hz provocano variazioni nell'eccitabilità del sistema nervoso centrale
►50-60Hz effetti sul sistema visivo e possibili effetti sul sistema nervoso
►380-500Hz crea allucinazioni visive
►500Hz rilascio di neradrenalina nei neuroni nel sistema simpatico che controlla i muscoli degli organi interni

Tabella 1. - effetti collaterali provocati sul corpo umano derivanti dall’utilizzo di dispositivi esterni a bassa frequenza.

Quindi secondo il mio parere si dovrebbe agire su queste bande di frequenze (L1, L2, T0), per fare ciò si può intraprendere due possibili strade: la prima è quella di creare un jammer adatto alle nostre esigenze (Wave Bubble), la seconda è commissionare a terzi la creazione del jammer.

1) Ipotesi di creazione interna del jammer - Wave Bubble
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯
Fig. 2 - Il Wave Bubble è un jammer che si può costruire in modo casalingo, visto che è pubblicata su internet la scheda con tutte le istruzioni per farlo, ha il grande vantaggio che la banda di frequenza sulla quale agire è selezionabile, il costo dei componenti si aggira intorno ai 500euro, ma richiede l’intervento di una persona che sappia costruirlo, es. 

Nessun commento:

Posta un commento